Creare una rivista: dalla A alla Z!

Rivista

CDA 2016Creare un fascicolo di una rivista dall’inizio alla fine è sempre un’emozione. Io sono innamorata della carta, non ci posso proprio fare nulla: vedere tantissime lettere stampate che creano le diverse pagine è una bella soddisfazione!
È dal 2002 che scrivo contenuti per riviste tecniche legate al mondo elettrico, dell’illuminazione, delle rinnovabili e del comfort. In questo momento, in particolare, mi occupo della redazione della rivista CDA – condizionamento dell’aria, riscaldamento e refrigerazione.
Da oltre 50 anni sul mercato, CDA dal 2011 è organo ufficiale dell’Assistal – Associazione Nazionale Costruttori di Impianti Servizi di Efficienza Energetica ESCo Facility Management. I contenuti spaziano dal condizionamento dell’aria al riscaldamento, dalla refrigerazione all’isolamento termico, dal trattamento delle acque all’energia, intesa nella sua più ampia accezione. Senza dimenticare i temi dedicati all’ evoluzione delle fonti rinnovabili, la distribuzione dell’aria, la regolazione automatica, l’idronica e la gestione integrata dell’edificio.
Per questa rivista non mi limito a creare i contenuti, ma redigo il piano editoriale, la scaletta di ogni numero, seguo le aziende del settore, conferenze, fiere e convegni, per trovare sempre nuovi spunti utili ai lettori.
Costruire ogni numero è come edificare una casa: è necessario individuare il filo conduttore del numero, definire i contenuti coinvolgendo le aziende e le persone che possono dare un contributo significativo all’argomento trattato, scegliere fotografie e infografica in grado di catturare il lettore.
E’ vero, si tratta di una rivista tecnica, ma un bel titolo, un sommario accattivante e le immagini giuste possono evidenziare un concetto e invogliare a proseguire nella lettura.

Creare una rivista è come realizzare un puzzle


Creare una rivista è come realizzare un puzzle: all’inizio tutti i pezzi sono in ordine sparso poi mano a mano ogni pezzo trova la sua collocazione e crea un’immagine ben precisa. Lo stesso vale per ogni numero poiché all’inizio si iniziano a scrivere contenuti che possono occupare le diverse sezioni della rivista, poi inserendo in ordine logico un articolo dopo l’altro si crea una storia che ha un inizio e una fine.
A questo punto il gioco è fatto e ogni mese si ha la possibilità di scegliere un inizio e una fine e dare vita a una nuova storia.